icons/order/deliveryCreated with Sketch. Spedizione gratuita icons/order/return_in_storeCreated with Sketch. Reso gratuito nel negozio icons/order/paymentCreated with Sketch. Tutti i metodi di pagamento in uso
icons/arrows/arrow_default-smallCreated with Sketch.
ochsner-sport-rucksack-packen-h

COME RIEMPIRE CORRETTAMENTE LO ZAINO DA ESCURSIONISMO

Per fare escursioni in montagna, che si tratti della gita di un giorno o di un trekking di diversi giorni, oltre agli scarponi giusti e ad abiti a prova di maltempo ci vuole anche un buono zaino. Oltre all’equipaggiamento e all’attrezzatura personale bisogna portare con sé cibo e bevande e, a seconda della durata dell’escursione, una tenda, un sacco a pelo e il relativo materassino. E il tutto deve entrare nello zaino. Uno zaino correttamente riempito non solo è più pratico, ma aiuta anche le spalle e la schiena. Ti mostriamo come si fa.

 

Tutto comincia con la scelta dello zaino adatto. L’importante è che abbia una cintura lombare regolabile e spallacci imbottiti che servono a distribuire il peso in modo ottimale e a salvaguardare la schiena nelle salite impegnative. Importante: usa le cinghie e le fibbie regolabili per adattare lo zaino alla tua statura e corporatura. Per mantenere il peso dello zaino il più possibile vicino al baricentro naturale del corpo, lo zaino dovrà aderire il più possibile alla schiena. Solo così si può trasferire efficacemente il carico alla cintura lombare, scaricando di fatto la colonna vertebrale.

Ecco cosa fare:

  1. Lo scomparto sul fondo dello zaino dovrebbe essere riempito di cose leggere. Nei trekking di diversi giorni rientrano in questa categoria soprattutto gli oggetti voluminosi come il sacco a pelo e la giacca imbottita. L’importante è che il fondo dello zaino sia riempito in modo uniforme e compatto per offrire una buona base al resto dell’equipaggiamento.

    Se si riempie il fondo con oggetti pesanti, il baricentro del corpo si sposta all’indietro. Se il peso da portare è elevato, camminare diventa presto molto faticoso perché il corpo deve opporsi al peso dello zaino. Le spalle vengono sollecitate molto più del normale. Su alcuni terreni, riempire lo zaino in modo errato può rivelarsi anche un rischio per la sicurezza.
     
  2. Gli oggetti pesanti devono essere sistemati vicino alla schiena. In questo modo il carico principale si trova sul baricentro del corpo e non compromette l’equilibrio e la sicurezza nel camminare. Se si portano per esempio un fornello, gli anelli per la tenda, acqua o viveri, sarà opportuno metterli nello scomparto principale. Come già accennato, vale la regola seguente: più l’equipaggiamento pesante è vicino alla schiena, meno faticoso è portare lo zaino.

    Inoltre sui terreni facili (sentiero, percorsi in piano) è consigliabile sistemare in alto gli oggetti pesanti, in modo da spostare in alto il baricentro dello zaino. Ciò significa all’altezza delle spalle. Invece sui terreni difficili (in alta montagna, in salita) il baricentro dello zaino è un po’ più in basso. In questo caso gli oggetti pesanti vanno sistemati nella parte inferiore dello scomparto principale. Con lo zaino organizzato in questo modo si procede un po’ più chinati in avanti, ma non si perde facilmente l’equilibrio. I bastoni da trekking aiutano a mantenere la postura.
     
  3. Il bagaglio di peso medio va collocato possibilmente nella parte inferiore dello scomparto principale, come pure sui lati esterni. Cose come i vestiti, il kit di pronto soccorso, ecc. stabilizzano ulteriormente il carico e mantengono l’equipaggiamento pesante vicino alla schiena.
     
  4. Tutto ciò che si usa spesso, p.es. la crema solare, la fotocamera, lo smartphone o la cartina, va nello scomparto della patella superiore.
     
  5. Meno è meglio! Chi riesce a ridurre il bagaglio, non solo si ritroverà uno zaino più leggero, ma godrà anche di maggiore libertà. Per una escursione la regola aurea, per quanto riguarda il peso dello zaino, è la seguente: peso massimo dello zaino = 20 - 25% del proprio peso corporeo.

 

Se lo zaino è troppo piccolo, è difficile da riempire e non c’è posto per l’equipaggiamento necessario. Se invece è troppo grande, non si riesce a ripartire bene il peso. Per la scelta dello zaino prenditi tutto il tempo che ti serve. Bisogna inoltre evitare di appendere cose all’esterno dello zaino, perché si corre il rischio di restare agganciati da qualche parte. Fa eccezione solo l’equipaggiamento leggero come per esempio il materassino isolante o i pali della tenda.