icons/order/deliveryCreated with Sketch. Spedizione gratuita icons/order/return_in_storeCreated with Sketch. Reso gratuito nel negozio icons/order/paymentCreated with Sketch. Tutti i metodi di pagamento in uso
icons/arrows/arrow_default-smallCreated with Sketch.
OSP_Story_Skihelm_2019_Header

IL CASCO DA SCI GIUSTO - ECCO A COSA DEVI PRESTARE ATTENZIONE

L’acquisto di un casco da sci presenta numerose difficoltà. Oltre a dover decidere il colore del casco, è importante anche scegliere la misura giusta. A che cosa bisogna fare attenzione? Tra quali misure si può scegliere? E, infine, quant’è importante che il casco calzi bene?

TROVARE LA MISURA GIUSTA

Per trovare il casco da sci giusto, devi prima scoprire qual è la circonferenza della tua testa, che va misurata un centimetro circa sopra le sopracciglia.

Passo 1:

posiziona il metro sulla fronte e poi avvolgilo orizzontalmente attorno alla testa, a circa un centimetro sopra le sopracciglia e le orecchie.

Passo 2:

il metro dovrebbe aderire bene alla testa, senza stringere eccessivamente.

Passo 3:

leggi la circonferenza della tua testa direttamente sul punto d’intersezione del metro.

Passo 4:

a questo punto, puoi trovare la misura giusta per il tuo casco da sci utilizzando la seguente tabella.

TABELLA DELLE MISURE

Adulti

Misure XXXS XXS XS S M L XL XXL
Circonferenza della testa in cm 49-50 51-52 53-54 55-56 57-58 59-60 61-62 63-64

Bambini

Misure XS S S/M M
Circonferenza della testa in cm 44-49 46-51 49-53 51-59
Età (circa) 0.5 - 3 2 - 7 4 - 10 5 - 12

 In generale, le misure dei caschi da sci non sono standardizzate. Ciò significa che potrebbero esserci delle variazioni da produttore a produttore. Queste tabelle sono solo un punto di partenza.

LA GIUSTA VESTIBILITÀ

È fondamentale che il casco calzi alla perfezione. Infatti, dovrebbe risultare saldo già senza cinturino sottogola, ovvero non dovrebbe scivolare nemmeno con leggeri movimenti del capo (ad esempio, annuire o scuotere la testa). Quando provi un casco da sci, è importante che la protezione per la testa non appoggi solo sui capelli durante i movimenti, ma che aderisca anche alla cute e non cambi posizione. Inoltre, dovresti riuscire a sentire tutto il casco, che dovrebbe aderire bene alla testa. Spesso, quando si prova un casco più grande, questo risulta più comodo, ma ciò non significa che sia quello giusto.

CINTURINO SOTTOGOLA

L’ideale sarebbe che il cinturino sottogola del casco sia completamente imbottito. Per allacciarlo alla perfezione, bisogna prima rimuovere l’imbottitura, poi chiudere la fibbia e stringere le cinghie. A questo punto, il cinturino sottogola dovrebbe risultare saldo, senza comunque limitare il respiro, la deglutizione o certi movimenti. Come regola generale, se è possibile infilare senza problemi un dito tra il mento e il cinturino, allora quest’ultimo è stato allacciato correttamente. Quando questo procedimento è stato completato con successo, si può rimettere l’imbottitura.

METODI DI PRODUZIONE

Un casco da sci è composto da due strati diversi: una calotta esterna e un rivestimento interno. La prima garantisce la stabilità, mentre il secondo dovrebbe assorbire gli urti.

InMoulding:

con questa tecnologia di produzione, il guscio esterno e quello interno vengono saldati l’uno all’altro. Ne risulta un casco molto leggero, che però offre pochissimo spazio per un adeguato sistema di aerazione. I caschi InMould sono spesso più economici.

Hardshell:

questo tipo di caschi presenta una calotta esterna in carbonio o ABS. Il guscio interno, invece, è di EPS espanso. Nello spazio intermedio tra questi due componenti, che non sono collegati l’uno all’altro, c’è abbastanza spazio per integrare un efficace sistema di aerazione. Tuttavia, i caschi Hardshell sono quasi sempre più pesanti.

Hybrid:

è l’unione di InMould e Hardshell. I produttori hanno qui unito il meglio di ciascun metodo. I vantaggi presentati dalla tecnologia InMould sono sfruttati per la parte interna del casco (peso e lunga durata), mentre in quella esterna viene integrato un sistema di aerazione grazie alla tecnologia Hardshell.

È OBBLIGATORIO CAMBIARE IL CASCO DOPO UNA CADUTA?

In linea generale si consiglia di cambiare il casco dopo ogni caduta importante. Tuttavia, bisognerebbe comunque cambiarlo ogni tre o cinque anni, anche se non ci sono state cadute, poiché il rivestimento interno può diventare fragile.

A CHE COSA BISOGNA FARE ATTENZIONE QUANDO SI COMPRA UN CASCO CON VISIERA?

Se hai un casco con visiera integrata, non hai bisogno della maschera. Questo tipo di caschi conquista per la sua facilità d’uso, è anche ideale per chi porta gli occhiali, offre un’ampia visuale e, in più, non servono più due oggetti distinti. Durante l’acquisto, devi soprattutto accertarti che la visiera non dia fastidio e che non stringa il viso. Ecco altre domande che potresti porti: la visiera lascia entrare il vento? Il casco è pesante? Ci sono eventualmente visiere di ricambio, per diverse condizioni meteorologiche?