Fitness outdoor - Trova l’abbigliamento giusto

Fitness d’inverno? Praticare attività fisica quando fuori è umido e fa freddo? Non è così facile, vero? Ma è meno difficile di quanto pensi. Con l’abbigliamento giusto e qualche semplice consiglio puoi allenarti con profitto anche d’inverno.

Un metodo di comprovata efficacia: vestirsi a strati, ovvero il «look a cipolla»
Non ci stancheremo mai di ripeterlo: il metodo più efficace per proteggersi dal freddo e dall’umidità quando si praticano attività fisiche all’aperto è quello di adottare il tanto decantato «principio della cipolla». E questo non vale solo per il fitness praticato all'aperto, ma per tutte le attività outdoor come «Andare in bicicletta con il cattivo tempo“, «Correre quando fa freddo» oppure «Trail running».

Ma torniamo al principio dell’abbigliamento a cipolla: come suggerisce il nome stesso, l’abbigliamento migliore per la pratica sportiva invernale è «a cipolla», ossia a strati. A seconda del tempo e della temperatura si indossano capi di diversi materiali uno sull’altro, in modo da poter far fronte a qualsiasi condizione atmosferica. Ti spieghiamo di seguito come funziona.


 

1

Intimo funzionale contro il sudore
Come primo strato ci vogliono capi aderenti, per cui la scelta del materiale è importantissima! Per le attività sportive che si svolgono alle basse temperature sono particolarmente indicati i materiali super funzionali. Il motivo: è uno strato che si indossa direttamente sulla pelle e come «strato di trasporto» ha il compito di assorbire rapidamente il sudore e di convogliarlo all’esterno. Il cotone, per esempio, non è un materiale adatto perché, pur assorbendo molta umidità, invece di convogliarla all’esterno, la trattiene.

2

Abbigliamento funzionale per una dose extra di calore
Sopra all’intimo funzionale dovresti indossare una maglia tecnica che copra sufficientemente busto e collo. Questo strato serve da isolamento ed è quindi indispensabile per fornire calore. Se con due strati a maniche lunghe hai troppo caldo, indossa come primo strato una maglia funzionale intima a maniche lunghe e sopra una maglia tecnica a maniche corte o addirittura senza maniche.

3

La giacca di pile - L’efficace arma segreta
Per una dose extra di calore quando le temperature sono basse, possiamo contare su una «vecchia conoscenza»: La giacca di pile. Il pile isola e mantiene molto efficacemente il calore. Se però le temperature salgono al di sopra dello zero o appena ci si muove, il pile può essere fin troppo caldo. Se però si passano tante ore sotto zero e se si alterna la pratica sportiva a lunghe pause, la giacca di pile è un must. In caso di dubbio o di tempo variabile, puoi infilare il tuo pile (leggerissimo e di poco ingombro) nello zaino e indossarlo all’occorrenza.

4

Protezione supplementare contro pioggia e vento
D’inverno piove, nevica, grandina ed è generalmente umido e spesso anche ventoso. Per far fronte a queste eventualità, ci vuole una giacca adatta alle attività sportive che protegga bene dalla pioggia e dal vento. Dovrà essere quindi un capo traspirante, idrorepellente e antivento, ma anche facile da lavare. Qui trovi diversi modelli di giacche softshell 46 Nord o altre giacche impermeabili super funzionali di vari fabbricanti.

5

Anche d’inverno gli sportivi usano la testa
Come detto, a zero gradi o a temperature inferiori allo zero ci vuole una giacca di pile. Altri must sono cappello e guanti. La massima dispersione di calore si ha dalla testa e le dita sono le prime a raffreddarsi. Anche nella scelta del berretto è meglio evitare il cotone, perché in presenza di sudore può causare un rapido ed eccessivo raffreddamento della testa. Per fortuna abbiamo una vastissima scelta di berretti creati appositamente per la pratica sportiva alle basse temperature. Anche i guanti devono essere di materiali tecnici. A nessuno piace avere le mani sudate o ghiacciate, quando si fa sport.